Sulle orme dello storico locale di West Hollywood

Passando vicino al Whiskey a Go Go, noterai sicuramente il furgone di qualche band che si sta preparando per il concerto della sera. Questo perché il Whiskey è ancora una parte attiva e rilevante della Sunset Strip, la strada più rock di West Hollywood, e in generale della California. Adatto a tutte le età, sempre aperto, offre ottimo cibo, un parcheggio custodito e non sai mai chi potresti incontrare lì fuori. In parole povere, il Whisky ancora “spacca”, proprio come ha sempre fatto.

L’inizio
È stata definita la prima vera discoteca americana ed è uno dei più famosi punti di riferimento del rock and roll in America. Fu aperto per la prima volta l’11 gennaio 1964, al posto di una vecchia banca trasformata in un club di scarso successo chiamato the Party, da un ex poliziotto di Chicago, Elmer Valentine. Il Whiskey a Go Go fu inaugurato da una live band guidata da Johnny Rivers e da una giovane e sexy dj che metteva i dischi in una gabbia sospesa sulla destra del palco. Il pubblico, vedendo la Dj ballare nella gabbia durante il concerto di Rivers, pensò che fosse parte dello spettacolo e da lì nacque l’idea di far esibire delle ballerine, dette Go-Go dancers, dentro delle gabbie sospese. Rivers portò il Whiskey al successo nazionale, registrando alcuni suoi dischi live proprio nel locale. I Miracles registrarono la canzone “Going to a Go-Go” nel 1966 (di cui fecero una cover i Rolling Stones nel 1982) e il franchising Whiskey a Go Go si diffuse in tutto il paese. Nel 1966, il Whiskey fu, inoltre, uno dei centri delle rivolte dei giovani contro la polizia a Sunset Strip. Il club fu attaccato ripetutamente dalla città di Los Angeles, che ordinò addirittura che il nome fosse cambiato, dichiarando che il nome “Whiskey” fosse un cattivo esempio per i giovani della città.

Pilastro nella storia della musica
Il Whiskey ha avuto un ruolo importante in molte carriere musicali, specialmente per gruppi con sede nel sud della California. I Byrds, Buffalo Springfield e Love erano tutti clienti abituali. I Doors sono stati band house per un po’ – fino a quando il debutto della controversa “Oedipal Section” della canzone The End li ha fatti licenziare. I Mothers of Invention di Frank Zappa hanno ottenuto il loro contratto discografico proprio grazie ad una performance al Whiskey e Jimi Hendrix è venuto a fare jam mentre si esibivano Sam&Dave. Otis Redding ha registrato il suo album “Live at the Whiskey” nel 1966. Molti artisti britannici hanno fatto le loro prime esibizioni americane al Whiskey, tra cui The Kinks, The Who, Cream, Led Zeppelin, Roxy Music e Oasis. The Whiskey è stato al centro dei movimenti New Wave e punk rock alla fine degli anni ‘70, e spesso ha presentato artisti diversi e anti-conformisti come The Germs (che hanno registrato il loro primo album qui), The Runaways, X, Mötley Crüe e Van Halen, oltre ad aver ospitato le prime esibizioni dei Ramones, The Dictators, The Misfits, Blondie, Talking Heads, Elvis Costello, XTC, The Jam e il gruppo musicale giapponese doo-wop Rats & Star.

La rinascita
Il Whisky ha attraversato tempi difficili una volta finito l’epoca del punk e ha chiuso le sue porte nel 1982. Ha riaperto nel 1986 come “four-wall”, quattro mura che potevano essere affittate da promotori e gruppi. L’interno è stato per lo più trasformato in uno spazio vuoto, anche se alcune parti sono rimaste fedeli all’originale, con meno spazio per il pubblico. Nonostante questo nuovo scenario più “povero”, un certo numero di gruppi hard rock e metal, tra cui Guns’N’Roses e Metallica, è diventato famoso negli anni ‘80. Durante i primi anni ‘90, il Whiskey ha ospitato molti musicisti di Seattle che in seguito furono soprannominati “i padrini del grunge”, tra cui Soundgarden, Nirvana, Mudhoney, The Melvins e 7 Year Bitch. Oggi, dopo più di cinque decenni, il Whiskey rimane una parte importante della storia del rock and roll lungo la Sunset Strip.

©2019 Master Consulting FL - All Rights Reserved - P.IVA 09871741006 - Web Master Marco Bertelli MB Graphics

CONTACT US

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?